Attività del posizionamento sui motori di ricerca – Analisi del sito e dei concorrenti

Analisi del sito & Analisi dei competitor

Come annunciato nell’ articolo precedente, andremo a spiegare alcune delle molteplici attività utilizzate per potenziare il marketing e per avere un buon posizionamento sui motori di ricerca. Inizieremo con lo spiegare l’Analisi del sito e dei concorrenti per poi passare all’ Ottimizzazione delle pagine web concludendo con i Link popularity.

Buona lettura a tutti..!

Analisi del sito & Analisi dei competitor 

1)     “Analisi del sito” L’analisi del sito è il primo passo delle operazioni di ottimizzazione atte a favorire il miglioramento del posizionamento delle pagine web di un sito esistente sui motori di ricerca. Soprattutto i siti già presenti nel web da alcuni anni e che probabilmente avranno alcune lacune nei codici delle pagine web (Es. uso di tag obsoleti o mancanti, errori vari) e che per questo motivo non saranno sufficientemente ottimizzati per gli attuali algoritmi dei motori di ricerca, algoritmi sempre aggiornati per fornire il miglior risultato possibile pertinente alla ricerca effettuata dall’utente .E’ importante studiare e frazionare il proprio sito ed il proprio  target di riferimento, con lo scopo di identificare gruppi di clienti-target, suddividendo il mercato in sottoinsiemi analoghi. Questo metodo consente di rivelare nuove potenze di mercato. Una efficace suddivisione permette quindi di identificare la fascia di clienti ai quali ci si dovrà rivolgere, i concorrenti diretti che si dovranno affrontare, i fattori di successo che bisogna saper evidenziare e le tecnologie da utilizzare.

 

I punti più importanti da visionare per una corretta analisi del proprio sito sono:

 

  • Analizzare la struttura del sito.
  • Analizzare il codice delle singole pagine e in particolare dei TAG:Titolo, Descrizione, Keywords (Parole Chiavi).
  • Controllare titoli e sottotitoli nelle pagine
  • Controllare la presenza del TAG Alt alle immagini.
  • Controllare se sono presenti link danneggiati o interrotti.
  • Controllare footer (parte finale della pagina) in home page
  • Controllare se sono stati utilizzati i giusti  stili nel testo (grassetto, corsivo, sottolineato)

Analisi dei competitors

2)     “Analisi dei competitor” Come tutti gli imprenditori sanno (o dovrebbero sapere) in una economia di mercato, la concorrenza dovrebbe sempre essere tenuta sotto controllo, monitorata, per cercare di capire quali siano i punti di forza e i punti di debolezza sui quali andare a lavorare per far emergere i nostri prodotti e la nostra azienda. ll tipo di analisi e di valutazione quantitativa da eseguire è quella  basata sull’utilizzo della rete Internet. Infatti grazie ad una esatta analisi di mercato si avrà la possibilità di confrontarsi in modo adeguato con la concorrenza.

Lo studio delle attività dei competitor, o benchmark online, è sempre più importante in un mercato in costante crescita. Per poter ottenere un buon posizionamento è necessario comprendere a quali utenti/clienti si rivolgono principalmente i siti concorrenti, come rispondono alle loro richieste, da quali siti vengono linkati, dove e come si pubblicizzano, che grado di interesse mostrano i clienti verso le loro offerte, come utilizzano il loro servizio su internet,ma soprattutto come si interfacciano con esso. Vanno dunque Identificati i punti deboli dei siti concorrenti per poter progettare una campagna di marketing fondata sui propri punti di forza aziendali rispetto alla concorrenza, andando quindi ad ottimizzare gli investimenti per una campagna SEO/SEM.

.

Come per ogni cosa anche per le analisi competitive esistono i pro ed i contro:

I vantaggi:

  • Fornisce una visione d’insieme della presenza online dei propri competitor.
  • Mostra i punti di forza e le debolezze dei propri concorrenti.
  • Evidenzia servizi e contenuti necessari per essere competitivi.
  • Fornisce un valido supporto per chiarire gli obiettivi del proprio sito.

Gli svantaggi:

  • Si basa sull’offerta e non sulle richiesta del mercato.
  • Deve avere un budget sufficiente per poter essere uno strumento utile.
  • Le analisi competitive possono essere utilizzate anche per confrontare i prodotti offerti dai propri competitor, ottenendo delle informazioni utili per delineare lo sviluppo del proprio prodotto.

Questi e numerosi altri parametri di non minore rilevanza dovranno essere impiegati per migliorare il posizionamento del sito web nei motori di ricerca e per renderlo ancor più competitivo

 

Richiedi una consulenza per il web-marketing oggi stesso. Contattaci subito.


Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *