Come aumentare le vendite online : consigli per un sito e-commerce di successo!

Dando per assodato che l’e-commerce, ossia la cosiddetta “vendita online” sta prendendo piede anche in Italia, con un forte incremento delle vendite, rappresentando evidentemente il volano della crescita economica nazionale, è importante essere competitivi in un mercato che andrà sempre più affollandosi di nuovi “negozi”.

Per meglio affrontare questo nuovo modo di fare commercio, nascono strutture che accompagnano i commercianti ad entrare nel mondo del web.

Società dinamiche, che offrono consulenza web, webmarketing e predispongono il lavoro in maniera professionale.

Basti visitare il sito esperti di Engol Srl per potersi fare un’idea concreta.

Per dare qualche semplice consiglio, di seguito daremo qualche piccolo suggerimento, sui quali basarsi per ottenere successo col proprio sito di e-commerce.

In primis, si dovrà semplificare al massimo la modalità di acquisto.

Una funzione utile può essere quella del “compralo subito”:
dopo aver suscitato curiosità ed interesse verso un determinato oggetto, rendendolo appetibile, è importante per il cliente avere un pulsante per l’acquisto immediato, senza troppi passaggi.

Rendere complicata l’operazione fa rischiare la perdita di interesse verso l’oggetto.

Altrettanto importanti, sono gli aspetti grafici e la visibilità dei vari pulsanti. Non bisogna crearli tutti uguali, ed inserirli in maniera tale da essere ben riconoscibili.

Dare, naturalmente, maggior visibilità ai pulsanti per acquistare e per verificare sia il prezzo che le caratteristiche del prodotto.

Quanto più sarà veloce la conoscenza del prodotto, tanto più avrai la possibilità che l’utente impari da subito il funzionamento del sito. Ciò comporta una fidelizzazione, ed un alto gradimento del negozio online.

La velocità dell’operazione necessaria, ossia trovare, guardare e decidere di comprare, è basilare, e quindi il passaggio successivo, cioè la registrazione dei dati e la decisione del metodo di pagamento, non deve costare ulteriore tempo.

Anche se conoscere tanti dati del cliente può essere utile al venditore, si dovrà cercare di richiedere sempre e solo quelli strettamente necessari.

Potrebbe accadere di dare una sensazione di invasività nell’utente, e la perdita dell’interesse all’acquisto.

Chiedi, quindi, solo le cose essenziali, dando al cliente la possibilità di effettuare una registrazione con un form snello e veloce.

Non usare troppi pop up: limitali esclusivamente quando questi abbandona il sito senza aver compilato i dati, cercando di non farlo scappare e portarlo alla conclusione dell’acquisto, anche qui facendo ben attenzione a non essere troppo insistenti.

Sarà buona cura utilizzare forme di convincimento adatte allo scopo.

Infine, potrai offrire il servizio di tracciabilità dello stato della spedizione.

Far sapere al cliente che potrà conoscere, in qualsiasi momento, dove si trova la merce, e tra quanto tempo potrà riceverla, può invogliarlo e rassicurarlo, spingendolo all’acquisto.

Solo dopo aver completato la vendita, e dopo che avrà dato il consenso, potrai chiedere di poterlo inserire in una tua newsletter, attraverso la quale tenerlo informato sulle tue offerte.

In maniera tale da avere una “lista clienti” fidelizzata, sui quali poter far conto.

E’ ben chiaro, quindi, che intraprendere il percorso della vendita online non può essere frutto di improvvisazione.

Chiedere l’ausilio di società di webmarketing, creazione e gestione di siti web e di consulenza, rappresenta non una spesa, ma un investimento per il futuro, e rivolgersi a professionisti del settore, come lo staff di Engol srl, può rappresentare la possibilità di essere competitivi nel nuovo mercato globale.


Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *