Gli obiettivi della pubblicità di un sito o un prodotto sul web

Qualsiasi cosa realizzate sul web non ha molto senso se non riesce a raggiungere gli utenti cui è destinata, sempre che non vogliate realizzare qualcosa solo per il piacere di farlo, sia che si tratti di pagine personali, sia che si tratti ancor di più di un sito web destinato al business. Tanto per fare un esempio: è come se realizzassimo il più bel articolo mai realizzato e, invece di pubblicarlo nelle riviste più lette, lo tenessimo chiuso dentro al cassetto. Insomma una fatica al quanto inutile.  Proprio per questo motivo è di vitale importanza pubblicizzare al meglio il nostro sito web.

Gli obiettivi

L’obiettivo da raggiungere sia se si voglia spingere un sito web sia se si voglia promuovere un prodotto in rete è: ottenere il più alto numero di visitatori possibile. Questo perché avendo visitatori si potrà dunque ottenere un più alto e significativo picco di possibili clienti o vendite. Per avere successo esistono svariate strade e probabilmente alcune sono ancora inesplorate: tuttavia alcuni metodi sono ormai sufficientemente rodati e consentono di ottenere i risultati sperati.
Attraverso questo articolo vi mostreremo i passi da seguire per riuscire nell’intento e lo faremo elencandovi gli strumenti che è possibile sfruttare.

 

 

Gli strumenti: quali forme di pubblicità utilizzare?

Stando alle percentuali che normalmente ci indicano quale ritorno abbiamo avuto del nostro investimento pubblicitario, possiamo affermare con sicurezza che ben più della metà dal nostro impegno economico sono soldi buttati. Il problema è allora cercare di capire, come ironizzava  “John Wanamaker”, qual è la parte che potevamo risparmiarci di investire. Su Internet i risultati sono anche più drastici e spesso il ritorno dell’investimento è molto più limitato. Ecco allora che scegliere lo strumento di comunicazione più appropriato può essere un fattore di successo chiave oltre a quelli già considerati nella pianificazione.

Gli strumenti che Internet ci offre sono molteplici e sempre in continua evoluzione. Ecco un elenco di quelli utilizzati con il più alto ritorno d’investimento.

  • Banner
  • Newsletter
  • Social Network
  • Mailing list

Quando si sceglie uno di questi strumenti è essenziale essere seguiti da professionisti nel campo del marketing per considerare i seguenti fattori primari:

  1. Il tipo di messaggio (testo, testo + immagini, immagini in movimento)

È evidente che se il nostro messaggio contiene delle immagini lo strumento più indicato potrebbe essere il banner o un altro che possa ospitare questo tipo di comunicazione. Meno probabile l’utilizzo di una newsletter che, come vedremo, è il più delle volte un messaggio testuale.

  1. L’obiettivo della campagna (branding o direct response)

Fare branding vuol dire aumentare la visibilità di un marchio (brand awareness) per garantire una certa riconoscibilità non appena il destinatario si troverà di fronte ad una scelta che potrà essere di volta in volta

  • Acquistare un prodotto
  • Usufruire di un servizio
  • Partecipare ad una iniziativa

L’obiettivo della campagna non è dunque quello di ottenere visite immediate al proprio sito web, ma piuttosto di agire nell’immaginario collettivo degli utenti posizionando il marchio a un certo livello, associandolo cioè con le qualità che desideriamo conferirgli agli occhi del destinatario.

Ottenere una direct response, ovvero una risposta diretta, vuol dire, invece, stimolare a tal punto il destinatario, che questo decida di cliccare il nostro messaggio e di lasciarsi dunque condurre sul nostro sito web. È chiaro, quindi, che l’obiettivo in questo caso è ottenere visite per stabilire un rapporto immediato con l’utenza.

Banner

Il banner, ovvero lo striscione pubblicitario del web, è forse lo strumento più “antico” nella breve storia di Internet. Le sue caratteristiche sono cambiate notevolmente con il tempo ed ora è uno degli strumenti più utilizzati per fare branding, ma non solo. Il successo del banner, almeno inizialmente, è stato determinato dalla sua flessibilità in termini di contenuti ospitabili. Come abbiamo già accennato, infatti, è possibile concentrare nello spazio messo a disposizione da un banner sia testo che immagini, e spesso sfruttare anche il movimento, capace di destare se non altro l’attenzione dell’utente. banner possono essere paragonati a telepromozioni in TV, una società che distribuisce i suoi prodotti e il suo marchio attraverso piccole vetrine all’interno di vari programmi televisivi.La dimensione di un banner può variare molto ma alcuni dei più popolari formati utilizzati sono 728 × 90 or 300 × 250.

Newsletter

La newsletter, ovvero una sorta di notiziario inviato periodicamente ad un certo numero di iscritti, è uno strumento pubblicitario che sta guadagnando consensi in maniera crescente. La caratteristica vincente del mezzo è da rintracciarsi sicuramente nell’alta “targettizzazione” che questo consente. In effetti coloro che decidono di iscriversi ad una newsletter lo fanno volontariamente e sono per di più interessati agli argomenti che questa andrà via via proponendo loro. È chiaro, dunque, che per un inserzionista c’è il vantaggio di rivolgersi ad un pubblico selezionato che potrebbe almeno in potenza essere interessato al messaggio proposto.

 

Social Network o Social Media

 

 

I social media (o social network), quali ad esempio Facebook, Twitter, sono sempre più utilizzati dalle aziende per promuoversi e comunicare, tramite azioni attive e proattive, con clienti acquisiti e potenziali.
Speciali tecniche di pubblicazione dei propri contenuti sui social network danno notevoli risultati di miglioramento del SEO (posizionamento sui motori di ricerca). I vostri prodotti e servizi miglioreranno la posizione del page rank e, in alcuni casi, diverranno più evidenti.

 

Mailing list

Le mailing list sono liste di distribuzione alle quali diversi utenti si iscrivono per discutere su un certo argomento. Ogni singolo contributo di un utente viene automaticamente inviato a tutti gli iscritti generando un alto flusso di contenuti da e verso ciascun utente. Il vantaggio di utilizzare una mailing list come veicolo pubblicitario risiede nella possibilità di rivolgersi ad un pubblico con caratteristiche ben note e con un interesse spiccato per l’argomento di discussione della lista.

 

 

Vuoi saperne di più?  Contattaci


Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *