Il Consulente informatico

Il Consulente informatico è colui che lavora incollaborazione con i propri clienti , consigliandoli sucome meglio utilizzare le informazioni tecnologiche volte a perseguire gli obiettivi finanziari o risolvere eventuali problemi.

 

Il consulente informatico può fornire inoltre  la guida strategica alle organizzazioni rispetto al tecnico informatico, le infrastrutture informatiche e la difficoltà, da parte dei maggiori processi finanziari  per il miglioramento informatico.

Questa figura fornisce lo stesso supporto per la  selezione e l’approvvigionamento di un qualificatissimo esperto tecnico  ed  è un punto di riferimento per gli utenti meno preparati e nel feedback.

Inoltre, opera per migliorare l’efficienza e la struttura di un sistema informatico organizzato;  può essere coinvolto nello sviluppo economico e nelle vendite sempre e  secondo le proprie  competenze tecniche.

Sostanzialmente i compiti che un consulente informatico deve necessariamente assolvere sono, prima di tutto,  quello di  soddisfare le esigenze dei propri clienti, determinare lo scopo del progetto, pianificarne i tempi e le risorse necessari.

Capire le direttive di un cliente, le modalità lavorative  nonché la natura dei suoi affari, è importante quanto cooperare con tutto lo staff, prescindendo dalla gerarchia, dell’organizzazione per la quale si lavora.

Lo sviluppo delle soluzioni concordate e l’implementazione dei nuovi sistemi, sono alcuni tra gli scopi prefissati. Il consulente informatico ha la possibilità di presentare soluzioni per iscritto, attraverso documenti, o verbalmente.

Supporta i clienti nel cambiamento delle attività manageriali, acquistando sistemi, se necessario, che testerà, installerà e monitorerà al fine di documentare l’evoluzione del proprio lavoro ai clienti. L’identificazione di potenziali clienti ed il mantenimento dei contatti nel tempo con questi ultimi, sono passaggi non di meno importanti per un buon consulente informatico che si rispetti.