La Top 7 delle tendenze di marketing online secondo Forbes.com

Il settore del marketing online è sicuramente complesso e non costante, ma allo stesso tempo eccitante per coloro che operano nel settore e cercano tendenze sempre più aggiornate.
Ogni anno, vengono lanciati nuovi hardware, software, nuove imprese e cambiano le preferenze degli utenti, che a loro volta dettano una serie di cambiamenti radicali, ai quale le aziende dovranno adattarsi,per restare sempre “sul pezzo”, sempre aggiornati, per aprirsi a nuovi mercati o per rafforzare la loro presenza nel settore di mercato nel quale operano.
Il 2016 sembra essere un grande anno per il marketing online: le previsioni tendono a vedere in queste sette le nuove tendenze che daranno una scossa.

  1. Gli annunci video inizieranno a dominare, con il moltiplicarsi dei canali social come YouTube.
    Le piattaforme di advertising come Facebook e Bing già offrono ai propri inserzionisti opzioni video.
    Il 2016 è destinato a diverse novità, in quanto Google entrerà con grande forza nel settore della pubblicità video, raccogliendo la tendenza degli utenti, sempre più propensi a visualizzare e cliccare su annunci video.
    Con la proprietà di Google di YouTube, le possibilità sono virtualmente illimitate.
  2. App indicizzazione” porterà ad un’esplosione di applicazioni.
    Nel 2016 cresce sempre più il numero di imprenditori che, rendendosi conto dei vantaggi di avere una app personale, faranno richiesta di una applicazione dedicata, ed ottenere una maggiore indicizzazione.
    Un sito mobile ottimizzato infatti può fare miracoli ed elevare al top il business di ogni azienda.
  3. Il Mobile supera il Desktop.
    Già il 2015 ha rappresentato un grande successo per il Mobile rispetto al desktop, ma il 2016 porterà un definitivo sorpasso di connessioni da Mobile rispetto al pc.
    Per questo, è stato anche rilasciato l’aggiornamento dell’algoritmo “Mobilegeddon”, che nel corso dei prossimi mesi andrà ad eliminare gradualmente i siti non ottimizzati per i dispositivi mobili.
  4. Gli “assistenti digitali”porteranno ad un nuovo tipo di ottimizzazione.
    L’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) e pay-per-click (PPC), rappresentano oggi le due strategie maggiormente ricercate per aumentare la visibilità del sito presso visitatori/utenti nuovi.
    Con l’aumento degli“assistenti digitali”, come Siri e Cortana, nasceranno nuove tipologie di ottimizzazione sta per portare ad un nuovo tipo di ottimizzazione: per poter ottenere una maggiore presenza sui motori di ricerca, sarà basilare avere il più alto numero di informazioni aziendali siano presenti e conoscibili dagli assistenti digitali, che daranno indicazioni a chi effettua ricerche online.
    Più si sarà “conosciuti” da Cortana, più si riceveranno visite rispetto alla sola presenza sui motori di ricerca.
  5. L’uso della realtà virtualeavrà una enorme impennata.
    Già ora esistono decine di dispositivi di Realtà Virtuale, alcuni per videogiochi, altri per utilizzi comuni, come lavoro ed altro.
    Il più rinomato ed utilizzato è sicuramente OculusRift, arrivato con prepotenza sul mercato proprio quest’anno.
    OculusRift introduce un nuovo modo di intendere e fare pubblicità online, con l’integrazione di piattaforme di social media popolari, canali video, e anche forme di messaggistica diretta.
  6. La “tecnologia indossabile”prenderà sempre più piede, e diventerà trendy entro pochissimo tempo.
    Tali dispositivi indossabili “intelligenti”, lanciati già nel corso del 2015, nel 2016 saranno sempre più in crescita.
    Parliamo, tra gli altri, di “Apple Osservare”, un orologio intelligente di prima generazione, ma gli orologi più intelligenti e dispositivi indossabili simili dovrebbero iniziare emergenti l’anno prossimo.
    Tali dispositivi cambierannole strategie di marketing territoriale, e renderanno sempre più labile il confine tra marketing “on-line” e marketing “reale”.
  7. Fare pubblicità online diventerà più costoso.
    Seguendo le leggi dell’economia, con l’aumento della richiesta, si verifica un alzamento dei costi.
    Ciò potrebbe comportare una fuoriuscita dal mercato delle piccole aziende, che non potranno sostenere costi che invece le grandi realtà imprenditoriali già oggi sostengono senza alcuna fatica.
    Il rischio è che vada ad allargarsi il divario, con un mercato aperto solo a pochi.
    Per ovviare a questa deriva, è necessario investire adesso, con i costi ancora “normalizzati”, e puntare a crescere, in maniera tale da riuscire poi a sostenere l’aumento dei costi, e restare al passo delle imprese più grandi.
    Il tempo è basilare, in quanto prima si comincia, più tempo si avrà per adattarsi ai cambiamenti del marketing, e si potranno sfruttare appieno i vantaggi.

Tratto da forbes.com

Se siete in cerca di aiuto per iniziare con la vostra campagna di marketing online, contatta la nostra agenzia Consulenza Servizi Web, ed inizia la tua corsa verso le vette del mercato globale.Fai crescere la tua azienda, richiedi un preventivo gratuito e scopri i servizi offerti da Consulenza Servizi Web. Non perdere tempo, rivolgiti agli esperti del marketing!


Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *