Link Building – Farlo nel modo giusto o meglio non farlo affatto

Link building è un affare complicato. I link possono sia drasticamente aumentare la popolarità (link popularity) del vostro sito web e sia alzare le bandiere rosse (o addirittura nere con il teschio) per gli standard dei motori di ricerca e far scivolare il vostro sito verso il basso nei risultati delle ricerche.
Ma perché il link building tocca entrambe le estremità quando si tratta di ottimizzazione del sito web e qual è il punto dietro a tutto questo?

Anni fa le attività di link building erano mirate solo ad ottenere quanti più link era possibile. Ma i tempi sono cambiati ed il link building è una bestia completamente diversa oggi. Ora Google fa sudare sodo tutti coloro che sono impegnati nel processo di link building mettendo in pratica l’approccio “qualitativo” alla valutazione di ogni link contro numerosi criteri e premia solo backlinks di qualità.

Ecco perché ogni webmaster di un sito deve tenere a mente: è necessario fare link building nel modo giusto o è meglio non farlo affatto.

Tuttavia, alcune persone sono tentati dall’ottenere risultati rapidi in una notte e utilizzano pratiche di costruzione di link che possono realmente danneggiare le loro campagne SEO nel tempo. Ecco un elenco dei 5 comandamenti che vi aiuterà ad evitare di commettere 5 peccati cardinali del  link building.
Ascolta

Trascrizione fonetica

 

# 1 Che sia pertinente

Non importa quanti collegamenti siano rivolti al vostro sito web – se sono da siti web che non sono dello stesso vostro settore sono irrilevanti. Il punto è che Google cerca di pensare come un visitatore medio del vostro sito. Se un visitatore vede un link che punta, diciamo, ad un sito web di automobili di seconda mano su un sito che parla di pillole per la dieta è improbabile che faccia clic su quel link.

Google agisce allo stesso modo ed è per questo che tale link non porterà alcun beneficio da un punto di vista SEO. Google ha fatto grandi passi in avanti per migliorare la pertinenza dei criteri del suo algoritmo, in modo che i webmaster senza scrupoli non possono più creare una fitta rete di collegamenti tra siti non pertinenti tra di loro.

# 2 Controllate chi sono i vostri vicini

Abbiate sempre cura del vostro web-quartiere. Tenetevi lontano dai luoghi chiamati link farm o siti FFA! Si può essere tentati da ottenere alcuni collegamenti veloci e gratuiti, ma questi possono cancellare i vostri sforzi di link building e dovrete quindi ricominciare tutto da zero.

La vicinanza con siti che hanno una cattiva reputazione (ad esempio siti pornografici o di distribuzione spam) può riflettere negativamente sul posizionamento del vostro sito web. Google può automaticamente presumere che anche voi siete uno dei cattivi e abbassare le vostre posizioni nei risultati di ricerca.

# 3 Evitate scambi link di massa

Mai andare di corsa durante un progetto di link building. Se inviate richieste di massa di scambio link si può ottenere la fama di uno spammer. E se ottenete un sacco di link in un breve periodo di tempo, questo può aumentare il sospetto dei motori di ricerca che ritengono questo un modo falso e scorretto di arrivare al top nei risultati delle ricerche degli utenti web. Mantenete il vostro link building naturale, non optate per lo scambio di link ad alta velocità ed assicuratevi di scambiare link con siti veramente degni.

# 4 Posizionate correttamente i link

Un buon webmaster non dovrebbe avere link che puntano solo alla loro homepage. Avere link anche su qualsiasi altra pagina web del sito può migliorare significativamente la classifica del vostro sito web. Il rapporto approssimativo di tutti i link sul profilo backlink di un sito web dovrebbe variare tra il 30-40% dei link che puntano alla homepage e il 60-70% di link che puntano alle altre pagine web.

# 5 Non dimenticate il testo di ancoraggio

I backlinks con il giusto testo di ancoraggio possono aiutare i motori di ricerca a capire di cosa tratta il vostro sito web. Anchor text (testo ancora) è come le pepite d’oro che i motori di ricerca  cercano in un fiume di contenuto. Se ci sono parecchi backlink che puntano al vostro sito web con il testo di ancoraggio appropriato questo potrebbe decisamente aumentare la probabilità di ottenere un buon posizionamento nei risultati di ricerca.

E  ricordate che fare una attenta ricerca di backlink, progettare le attività di link building con piccoli ma importanti passi avanti alla volta, non solo vi permette di realizzare una campagna di link building gestibile, ma mantiene anche il vostro progetto di link building sulla pista giusta.

Inoltre ci sono tanti strumenti SEO che possono essere veramente utili nel link building. Questi strumenti possono aiutarvi a portare avanti la ricerca della concorrenza per scoprire le fonti più succulenti di link, valutare ogni link in termini di utilità SEO e gestire tutti i vostri link. Tra gli strumenti più popolari per il link building figurano IBP, SEO PowerSuite e Market Samurai.


Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *