Realizzare siti in WordPress o Joomla? Vi spieghiamo perché scegliamo WordPress!

WordPress o Joomla per il proprio sito: quale prediligere?
Scegliere la giusta piattaforma per realizzare un sito internet è alla base per la costruzione di un sito efficiente e che sia idoneo agli obiettivi del cliente.
Consulenza Servizi Web realizza da diversi anni siti vetrina ed e-commerce di alta qualità per i propri clienti, ai quali offre sempre la miglior soluzione, adatta alle esigenze specifiche di ognuno.
Tra WordPress e Joomla, Consulenza Servizi Web propone senza incertezza l’uso del primo, per una serie di motivazioni assolutamente valide e comprovate, al fine di offrire sempre il miglior servizio.
Vediamo alcuni motivi che ci spingono a scegliere WordPress.

WordPress: Facilità di installazione
La costruzione di un sito web in Joomla o in WordPress parte ovviamente dall’installazione del Cms.
In entrambi i casi è molto semplice e abbastanza veloce per chi l’ha già eseguita almeno una volta.
La cosa che rende WordPress migliore è la possibilità di utilizzare il servizio di preinstallazione gratuito sul sito WordPress.com.
Verrà creato un sottodominio di terzo livello (come ad esempio http://quellochevolete.wordpress.com) in cui verrà installato automaticamente il Cms, risparmiando a voi l’onere di caricare i files sul vostro dominio, creare il database ed il relativo utente.

Tale preinstallazione, usata anche solo per provare l’interfaccia di WordPress, resta una funzione decisamente utile e soprattutto a costo zero. Successivamente si potrà acquistare dominio www.nomeazienda.it e di farlo puntare li.

Sebbene esistano servizi simili anche per Joomla non raggiungono il livello di popolarità del portale wordpress.com che può contare milioni di utenti e vantare anche blog professionali e ultra ben avviati.
Scegliendo Joomla dovremo occuparci personalmente di caricare i files sul server tramite client ftp, di creare un database ed un utente ad esso associato e di seguire i semplici passi che ci guidano nell’installazione del Cms.
E’ una procedura molto semplice e veloce ma sicuramente più ostica rispetto alla preinstallazione di WordPress.
E’ naturalmente possibile delegare la procedura di installazione di Joomla al proprio hosting (molti lo consentono) a cifre irrisorie evitando ogni possibile problema.
Parlando di hosting, specifichiamo che qualsiasi sia la piattaforma che decidiate di usare, fate un breve check in rete per verificare che abbia esperienza sulla vostra piattaforma.

WordPress: Semplicità di aggiornamento del Cms
Una motivazione importante che porta a scegliere WordPress rispetto a Joomla è sicuramente la considerazione che il Cms, con tutti i componenti aggiuntivi che installiamo, necessitano di periodici e immancabili aggiornamenti.
Ciò si rende necessario perché i linguaggi di programmazione, gli ambienti di sviluppo e i nostri stessi gestori di contenuti sono in costante evoluzione.
Se una parte di questi aggiornamenti avviene lato server ed è a carico del nostro fornitore la parte relativa al cms e alle sue estensioni è a nostro carico.
Wordpress esegue gli aggiornamenti del core e dei plugin in modo AUTOMATICO, con pochi e semplici click.
In Joomla, invece, dovrete controllare se ci sono aggiornamenti per il core e per i componenti, scaricarli, spesso eseguendo la registrazione ed il login nel sito del produttore, e processarli tramite installer o addirittura caricandoli via Ftp quando l’utilizzo dell’installer di Joomla non è previsto.
Se parliamo di siti complessi con numerosi componenti installati tale procedura è veramente onerosa in termini di tempo.
Aggiornare continuamente il sito rappresenta anche un punto fondamentale per la sicurezza informatica:
un sito con problemi di aggiornamento rischia di essere facilmente attaccato e preso di mira da Hacker e da componenti virali, mettendo a rischio dati ed anni di lavoro (e di investimenti prodotti nel progetto).
Per chi adopera Joomla, esisteJsp update manager, che si occupa di controllare se sono usciti aggiornamenti per il core o per i componenti installati nel sito e di programmare l’update automatico lato server.
Resta ovviamente da valutare eventuali conflitti che si possono creare nel sistema ed essere pronti con il backup alla mano nel caso ci siano problemi.
Resta la questione dell’installazione non automatica come con WordPress

 Wordpress: Gestione degli articoli e tassonomia
Nella costruzione di un sito web la gestione degli articoli è fondamentale.
In WordPress è funzionale e ridotta all’osso: abbiamo la possibilità di creare Pagine oppure Post.
In WordPress le ‘pagine’ sono, appunto, singole schermate di contenuto collegate direttamente al menu mentre i ‘post’ o articoli sono in genere disposti nella classica visualizzazione a blog.
Agli articoli è possibile attribuire una o più categorie ed assegnare i tag, ovvero etichette semantiche che consentono agli utenti di visualizzare velocemente articoli che parlano di argomenti simili.
Gli articoli vengono scritti attraverso un editor di testo simile in tutto e per tutto ad un comune word processor e il caricamento delle immagini è veloce e comodo.

La gestione degli articoli di un sito in Joomla è invece più articolata. Ad ogni articolo può e deve essere assegnata una categoria a sua volta contenuta in una sezione. Lo schema gerarchico dei contenuti è quindi sviluppato su tre livelli (sezioni > categorie > articoli).

Nella versione nativa di Joomla non esistono i tag, anche se possono essere aggiunti mediante l’uso di estensioni di terze parti, il cui utilizzo non sempre ha risultati positivi.
Anche la voce di menu in Joomla è più complessa e ricca di opzioni: possiamo creare un link all’aspetto dell’articolo oppure ad un gruppo di articoli (qui il significato di raggrupparli per categorie e sezioni).
Se creiamo un blog, in Joomla, possiamo scegliere diversi ordinamenti.
Inoltre possiamo anche disporli per tabella, ovvero una semplice lista che comprende il titolo dell’articolo, la data e alcuni altri elementi.
Questa maggiore profondità e possibilità di personalizzazione si traduce ovviamente in un modo leggermente più articolato di creare gli articoli che fa pendere leggermente l’ago della bilancia a favore di WordPress soprattutto se parliamo di utenti base che si avvicinano per la prima volta al web e non hanno avuto la possibilità di seguire corsi di formazione base come quelli che teniamo al termine di ogni progetto in Joomla.

WordPress: Semplicità delle ottimizzazioni on page
Con WordPress è sufficiente installare il plugin all in oneseo per avere il sito già perfettamente ottimizzato o quasi.
Tutto gira perfettamente.
Joomla invece può ottenere ottimi risultati nel posizionamento ma deve essere ottimizzato e configurato con maggiore cura. L’ottimizzazione per il posizionamento sui motori di ricerca di un sito in Joomla è più articolata rispetto a quella in WordPress e richiede l’installazione di diversi componenti e plugin che ad un neofita possono essere di difficile comprensione.
Vogliamo specificare che non sempre l’ottimizzazione sia migliore con WordPress che con Joomla, ma è importante essere consci del fatto che la configurazione di Joomla è sicuramente più complessa, lunga e articolata.

Tratto da futuraimmagine.com

Realizza il tuo sito nella maniera più utile e vantaggiosa, rispondente alle tue esigenze, personali ed aziendali: rivolgiti a Consulenza Servizi Web e richiedi un preventivo gratuito!!!


Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *