Strategie di Content Marketing per PMI: l’investimento per il futuro è questo

Qual è il miglior tipo di marketing da adottare in azienda? Secondo Guy Kawasaki manager, imprenditore e saggista statunitense “Se hai più soldi che cervello, puoi concentrarti sull’Outbound marketing, se hai più cervello che soldi, concentrati sull’inbound marketing”. Ottimo consiglio, da seguire e aderire sulla realtà italiana. Dove le PMI non brillano per risorse economiche e quindi l’inbound marketing è decisamente una via su cui concentrarsi. Il modo migliore per farlo? Seguire i consigli di professionisti del ramo.

Da Inbound a Content Marketing
Il Content Marketing si colloca come evoluzione dell’Inbound Marketing, in quanto si propone di attrarre utenti tramite la creazione e diffusione di contenuti pertinenti. Si bad, non necessariamente a carattere pubblicitario, ma anche sulla scorta di canale informativo ed illustrativo, da attivarsi nelle forme e nei metodi più disparati, come news, video, foto, e-book, infografiche, guide, articoli, e tante altre forme che vedremo anche nel prossimo futuro. A differenza del classico Outbound, che occupa lo spazio della ricerca di potenziali clienti attraverso promozioni ad hoc, e su diversi canali (spot televisivi e radiofonici, stampa, cartellonistica, contatti telefonici, sms ed email), l’Inboundindica la strategia che raggruppa quelle attività volte “a farsi trovare”, come strategie SEO (Search Engine Optimization), pagine aziendali sui Social Media, e tutto ciò che prevede un contatto estremamente diretto e volontario da parte del potenziale cliente, e non più viceversa. Riuscire quindi ad attrarre l’attenzione, la curiosità dell’utente, e fare in modo che sia egli stesso a voler contattare l’inserzionista.
I contenuti da utilizzare sono quindi vari, in corrispondenza del settore in cui opera l’azienda. Se parliamo di canali B2B, sarà preferibile un maggiore approfondimento, in quanto ci si andrà a rivolgere ad un pubblico formato da professionisti. Nel caso del B2C, ossia rivolto al pubblico di utenti, ossia di “consumer”,l’utilizzo di contenuti introduttivi possono risultare utili per avvicinare inizialmente nuovi clienti. Solo in seguito alla esplicita richiesta del “contatto”, si potranno fornire i sia in grado di seguire ed accompagnare il cliente nelle varie fasi dell’acquisto: dargli quante più informazioni utili sia sull’azienda che sul prodotto, col fine di fidelizzarlo, e dandogli rassicurazioni sulla decisione inerente l’acquisto, che a questo punto potrà essere più che positiva.
A questo punto, ruolo importante è giocato dalla struttura dei contenuti. Da statistiche, risulta che un contenuto lungo, che appaia e che sia esaustivo, anche in maniera “leggera”, ossia di facile lettura e comprensione, che non stanchi e distolga l’attenzione di chi legge, possa raggiungere risultati molto positivi sulle conversioni.
In generale, conoscere al meglio le reali esigenze di chi legge (e cerca determinati prodotti e servizi) è basilare per proporre contenuti adatti e remunerativi. Ogni contenuto è quindi adatto al Content Marketing solo se risponde a una reale esigenza del lettore.
Per effettuare analisi e statistiche, serve non solo più il semplice numero di accessi, ma anche analizzare i comportamenti reali dei clienti. Ciò è possibile completamente solo se si adopera una piattaforma proprietaria e sotto il controllo totale, come possono essere un blog o un sito.
Quindi, per avere una panoramica ampia e sostanziale del cliente è necessario monitorare gli articoli più letti, il tempo medio di permanenza, i comportamenti sulla pagina (click, conversioni, abbandono) e le interazioni sui social (condivisioni, commenti, like). Sarà così possibile comprendere ogni singolo comportamento, e si potrà studiare e correggere, eventualmente, la strategia per renderla ancor più funzionale.
Da questa rapida lettura, ben si comprende quanto il Content Marketing richieda competenze tecniche e comunicative, abilità specifiche dei temi trattati. Per questi motivi risulta fondamentale, per il successo dell’azienda, il supporto di una struttura, di un team altamente specializzato, soprattutto quando si inizia a percorrere questo nuovo percorso.
Se vuoi ricevere informazioni maggiormente dettagliate e conoscere le migliori strategie per il Content Marketing e per le altre attività, puoi rivolgerti a Consulenza Servizi Web, agenzia italiana radicata e che offre soluzioni diversificate e personalizzate in base ad ogni singola azienda.

Contattaci e richiedi una consulenza ed un preventivo gratuito.

Consulenza Servizi Web: affidati ai professionisti del Marketing del futuro!


Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *