YouTube: innovative opportunità Marketing con la nuova versione “Social”

YouTube è stato probabilmente il primo canale “social” a comparire e ad attrarre milioni di utenti.
Nel corso degli anni, i diversi competitor hanno però modificato la propria struttura, andando a determinare una nuova concezione di “social”, con un contatto molto più diretto tra i diversi utenti.
YouTube invece sino ad oggi è rimasto pressoché immutato, restando soprattutto uno strumento per pubblicare video online, non per condividerli, o interagire con i loro creatori.
Ci sono i commenti, ma come modalità di interazione tra gli utenti è oramai sorpassato.

Un primo tentativo di rinnovarsi è stato Google Plus, che nelle intenzioni doveva essere la contrapposizione a Facebook. Tentativo fallito, che non ha raccolto il gradimento degli utenti.
La strategia quindi è stata cambiata, capendo che un social network che funzionava lo avevano già: YouTube!
I numeri parlano chiaro: è il secondo motore di ricerca più utilizzato nel mondo occidentale, proprio dopo Google, ed il principale artefice dello straordinario successo dei video online.
Quindi è il candidato ideale a diventare il social network di Google.

Nasce quindi il “progetto Backstage”. In cosa consiste? Per adesso, informazioni certe non sono ancora disponibili, ma alcune indiscrezioni sembrano dirci che la piattaforma dovrebbe essere arricchita con nuove funzionalità, come ad esempio la possibilità di pubblicare testi, fotografie, sondaggi, link (come sugli altri social network).
Inoltre questi contenuti potrebbero essere notificati ai follower che a loro volta potranno interagire con essi.
In altre parole, del tutto similare aFacebook.
Possiamo affermare che da un lato Facebook sta cercando di assomigliare a YouTube, e dall’altro YouTube sta cercando di assomigliare a Facebook.
Probabilmente la via di mezzo tra le due piattaforme sarà il culmine di questo avvicinamento.

Il tutto dovrebbe essere pronto entro fine anno, e probabilmente c’è da aspettarsi anche una revisione delle relative App per smartphone, visto che è qui che potrebbe essere fatta la vera differenza.

Quali scenari si aprono per chi fa web-marketing grazie a questa evoluzione?
Al momento, tra i limiti più evidenti del servizio sono la bassissima interazione che si ha con i follower (ovvero gli iscritti al proprio canale), e l’impossibilità di condividere sulla stessa piattaforma i video altrui.
Con questo aggiornamento ciò dovrebbe diventare finalmente possibile e probabilmente molto più facile, stile Facebook.
Partendo da questo presupposto, tra le prime azioni bisognerà iniziare ad interagire frequentemente con gli altri youtuber, o con i semplici utenti, per creare, ampliare e tenere attiva la propria community di follower.
Alcune grandi star su YouTube lo fanno già nei commenti ai loro video: inserendo questa modifica, sarà possibile farlo non solo nei commenti ai video.
Non ci si dovrà più limitare a produrre video, pubblicarli, e rispondere ai commenti, ma bisognerà connettersi tutti i giorni ed interagire con gli utenti anche sui contenuti postati da altri (proprio come avviene con Facebook).

Inoltre converrà insistere soprattutto sulla produzione di video in grado di generare condivisioni, perché questo sarà probabilmente uno più potenti tra i nuovi strumenti (anche se per ora sono solo ipotesi).

Nel futuro prossimo, molto probabilmente i classici tutorial, i video di cronaca o di notizie, le parodie e la musica continueranno a sopravvivere esattamente come ora, ma i video virali (forse quelli un po’ più penalizzati dall’attuale piattaforma) potrebbero prendere il sopravvento ed iniziare, finalmente, a diffondersi come non hanno fatto fino ad ora (nonostante le numerose eccezioni, dovuto però perlopiù al lavoro di “suggerimento” dei video di YouTube, o a attività esterne alla piattaforma).
Sicuramente si troverà avvantaggiato chi oggi ha accumulato già esperienza con i video su Facebook, perché se da un lato l’attività “classica” su YouTube potrebbe continuare, è quella nuova, basata sulle condivisomi e la viralità, che potrebbe fare la differenza.

È innegabile che queste novità, la possibilità di adoperare YouTube come canale Social parificato agli attuali Facebook e Twitter, offrirà alle aziende un ulteriore canale di pubblicizzazione dei prodotti, dei servizi.
Da utilizzare sin da subito, per iniziare a guadagnare il proprio spazio e restare sempre visibili ed offrire agli utenti – potenziali nuovi clienti un ulteriore canale di informazione e di contatto con l’azienda.
Tutto ciò diventerà a breve sicuramente virale, e s’inizierà la corsa per essere presenti su questo ennesimo canale: riuscire ad essere presenti al massimo contribuirà ad aumentare il proprio peso specifico nel proprio settore.
un aspetto basilare per restare competitivi nel proprio campo d’azione, restare sempre all’avanguardia e poter quindi affrontare preparati tutti i cambiamenti che a breve arriveranno.
Tutto ciò porterà ad un probabile incremento del proprio business, permettendo anche a piccole aziende di diventare leader, ed essere presenti praticamente ovunque.

Tratto da blog.html.it

Non restare indietro, non farti scavalcare dalla concorrenza: rivolgiti a Consulenza Servizi Web e scopri come essere presenti nei canali Social e su Internet: contattati e chiedi una analisi del tuo sito ed un preventivo gratuito!!


Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *