Telegram Marketing: strumenti e possibili idee d’uso per le aziende

Marketing e le migliori strategie: la nuova frontiera si chiama Telegram!
Come sappiamo, utilizzare il web per sponsorizzare la propria attività, rappresenta sempre una sfida, una rincorsa al cambiamento e all’innovazione.
Le strategie non sono mai le stesse, ma cambiano, si evolvono, riprendono vecchie concezioni, e si riciclano.
Nessuna mai uguale all’altra fino in fondo. Ma tutte hanno il medesimo obiettivo: esser attuali e innovativi, e che contribuiscano al successo della propria azienda, del proprio brand.
Nelle strategie digitali, due sono i focus centrali: intercettare il pubblico e allo stesso tempo capire come esso si sta evolvendo rispetto a determinate tecnologie.
Di notevole importanza è riuscire a percepire da subito quale sia lo “strumento alla moda”, ossia il canale che viene utilizzato, e studiare con dati certi quanto questo canale stia offrendo risultati positivi.
Tra questi strumenti, le Social Chat Apprappresentano l’investimento per il futuro:
andranno difatti a rappresentare e ad aumentare il contatto azienda-utente online, offrendo immediatezza, semplicità di utilizzo e gratuità.
Tra questi, oltre a Whatsapp, maggiormente conosciuto ed adoperato,possiamo citare Telegram, che sta conoscendo un periodo di vero boom di diffusione, sia tra esperti del settore che tra le aziende vere e proprie.
Possedere un profilo (attivo) su Telegram equivale all’aprirsi all’ascolto diretto con i follower e dialogare alla pari, ma in un ambiente più riservato e se vogliamo “privato”.

Ma quali le potenzialità di utilizzare Telegram per il marketing?
Partiamo col dire che Telegram conta all’incirca 100 milioni di utenti attivi che inviano rispettivamente 12 miliardi di messaggi al giorno.
Numeri molto appetibili se considerate anche le possibilità che offre il sistema. Rispetto ad altre chat, offre nuove, e più sviluppate potenzialità.
Oltre al classico invio di messaggi testuali, video, immagini, file audio registrati al momento o file, presenta la multicanalità.
Essendo un sistema cloud-based, tutti i messaggi sono hostati al di fuori del proprio dispositivo fisico sono accessibili ovunque.
Questo vuol dire che qualsiasi terminale si abbia a disposizione al momento, che sia smartphone, tablet e anche desktop, si è in grado di recuperare tutti i messaggi inviati.
Telegram garantisce che i messaggi “archiviati” in cloud, senza un limite massimo di spazio, siano crittografati, dunque protetti da qualsiasi tentativo di intrusione esterna e, soprattutto, siano eliminabili definitivamente, anche in automatico.In più non ci sono limiti alla discussione in quanto si dispone di un data-center ampio.

Telegram per il marketing
Gli strumenti messi a disposizione per le aziende sono poi gli stessi strumenti che possono utilizzare i privati, ma rivisti e riadattati alla logica commerciale/comunicativa.
Parliamo di tre feature:
gruppi e supergruppi;
canali;
bot.

  1. I gruppi per la discussione
    Innanzitutto ci sono gruppi e i recenti supergruppi.
    Questa feature permette di creare dei veri e propri gruppi di discussione che funzionano sotto la logica della chat raccogliendo un numero massimo di 1000 partecipanti.
    I gruppi dal punto di vista marketing possono essere utilizzati per iniziative di breve durata e per, ad esempio, raccogliere adesioni per un evento che abbia un numero limitato di iscritti.
    I gruppi hanno la caratteristica di permettere una interazione molto dialogata tra gli utenti consentendo l’invio di immagini, l’uso di hashtag, invio di file e audio ecc… insomma un vero e proprio ambiente di confronto.
  2. I canali di follow
    I canali invece rappresentano lo strumento più semplice di comunicazione che un’azienda può avere con i proprio follower.
    Essenzialmente è una evoluzione del concetto di newsletter, ma più raffinata.
    Il sistema funziona come bacino di raccolta di iscritti sul canale, volontari o utenti che si possono aggiungere manualmente (conoscendo il numero di telefono), che scelgono di abbonarsi alla ricezione degli aggiornamenti provenienti dal profilo amministratore, che dialoga a nome di un’azienda, ad esempio.
  3. I bot per l’intrattenimento e il customer care
    Altra feature assolutamente interessante sia per l’intrattenimento degli utenti che per promuovere prodotti o servizi, sono i bot.
    Parliamo di automatismi già esistenti o da creare in-house grazie alle APIs disponibili e aperte, che permettono un’interazione a query tramite “a riga di comando” con il sistema che produce come risultato una risposta coerente con la domanda iniziale.
    Alcuni esempi disponibili, e che potete già testare, sono quelli dedicati alla richiesta di immagini divertenti dove, dopo aver aggiunto il bot e digitato un comando che suona come “/getgifparola_chiave”, permette di ottenere immagini in risposta o semplici gif.
    Ci sono anche i quiz di intrattenimento o alcuni bot che estendono le funzionalità delle chat, permettendo la ricerca di gif animate da allegare ai messaggio.
    Un modo utilissimo per usare i bot è per le FAQ di un’azienda.
    Pensate a quanto possa esser utile dal punto di vista della customer care, per dare un primo, importante, contatto all’utente per risolvere i dubbi più comuni sull’acquisto di un prodotto.
    O ancora potrebbero esser utilizzati in fase preliminare per aiutare l’utente a capire quale servizio, tra quelli disponibili, sia il più idoneo alle proprie esigenze.Telegram Marketing: case studies
    Al momento non in rete non sono segnalati vere e proprie campagne di marketing di successo che hanno previsto solo l’utilizzo di Telegram.
    Gli utilizzi più comuni sono quelli legati al supporto clienti, alla gestioni di comunicazioni interne b2b (gruppi) e come una sorta di sostituto dei feed RSS.

Scopri le soluzioni marketing più in linea con il tuo profilo aziendale e in base al target di utenti da raggiungere: affidati agli esperti della comunicazione, scopri Consulenza Servizi Web

Contattaci per avere un preventivo ed una consulenza gratuita!


Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *